Lavorare da remoto in sicurezza: con la VPN si può.

Una delle tecnologie divenute molto popolari nel periodo di lockdown e quella della VPN. Benchè non si tratti di una novità (si tratta di una tecnologia in uso da oltre 20 anni poichè uno dei protocolli più diffusi è stato pubblicato nel 1996) l’uso della VPN dovrebbere essere considerato obbligatorio quando ci si collega dall’esterno ad un server aziendale.

Nell’utilizzo professionale della VPN raccomandiamo sempre ad aziende, enti e studi professionali di non sottovalutare mai le implicazioni di sicurezza e utilizzare sempre una VPN professionale affidandosi a professionisti esperti del settore, come la serversrl.it, stipulando contratti di assistenza per proteggere le proprie attività. E’ necessario non sottovalutare i rischi poichè, accedere da remoto alla rete della propria azienda o proprio ufficio può comportare minacce notevoli : come essere attaccati da un ransomware che può crittografare tutti i dati della propria azienda, perchè c’è ancora chi espone la porta per l’accesso remoto al pubblico senza configurare delle VPN!

Questo utilizzo professionale non deve essere confuso con un uso diverso, che definirei privato della stessa tecnologia VPN che ha lo scopo di cercare di rendere anonima la navigazione o di “falsificare” la nazione di provenienza di un utente per consentire di accedere a servizi che dalla sua nazione “originale” non sarebbero accessibili. Ciò avviene perchè l’indirizzo IP iniziale dell’utente viene sostituito da quello del fornitore della VPN. Questo metodo consente di ottenere un indirizzo IP da qualsiasi gateway fornito dal fornitore del servizio VPN. Per esempio, una connessione effettuata in Italia con una VPN può apparire come se fosse stata effettuata da un’altro paese. Le VPN utilizzano protocolli di crittografia e protocolli di tunneling sicuri per incapsulare tutti dati trasferiti online. I dati vengono crittografati tramite SSL ( Secure Sockets Layer) o IPSec ( Internet Protocol Security). Il protocollo di tunneling inoltre incapsula i dati con le informazioni di instradamento per il destinatario. Una volta ricevuta, la connessione di accesso remoto viene quindi autenticata utilizzando un server dedicato all’autenticazione dell’utente che autorizza l’accesso e gestisce tutte le attività durante la sessione.

Una VPN correttamente realizzata e configurata realizza una connessione sicura quanto quella di una rete locale, quindi è molto importante, ma, da sola, non garantisce più sicurezza di quanta ne avrei se fossi collegato dal PC dell’ufficio. Deve essere sempre considerata insieme e ben coordinata alle altre componenti e il tutto deve essere gestito da professionisti esperti.

Se non sei più che sicuro, chiedi una consulenza a serversrl

Questo approfondimento è offerto da SERVER srl

La nostra società offre servizi di informatica professionale personalizzati per la tua azienda, di qualsiasi dimensioni essa sia. Dalla sicurezza informatica dei tuoi dati al centralino di ultima generazione, un software gestionale solido e flessibile e molto altro.

Ricevi gli articoli e le offerte via mail

Fields marked with an * are required
Nessun Commento

Rispondi

Altri approfondimenti

Leggi tutti