Ti fidi del cloud ?

Molti di noi adoperano gratuitamente Dropbox, GoogleDrive e altri prodotti similari, accomunati da uno scopo pressoché identico: tenere i miei dati, di qualsiasi tipo, non solo sul mio Smartphone, PC o Tablet ma condividerli tra tutti i miei dispositivi e tenerli sempre aggiornati su tutti. Bisogna dire che si tratta di sistemi molto funzionali, in molti casi gratuiti, ed anche piuttosto semplici da adoperare.

Allora tutto bene ?  Non proprio e non sempre !

I più attenti si sono posti da tempo alcune domande:

  • I miei dati DOVE SONO esattamente?
  • CHI può accedervi, oltre me ?
  • Sono davvero AL SICURO ?
  • Fino a che punto sono AFFIDABILI questi sistemi ?
  • Saranno sempre gratuiti o no ?

Vediamo insieme qualche risposta a queste IMPORTANTI domande.

  • I miei dati DOVE SONO esattamente?  La risposta corretta è NESSUNO LO SA VERAMENTE. Certamente non lo sa il “proprietario”. Di sicuro sui miei dispositivi c’è UNA COPIA, ma L’ORIGINALE (se ha ancora senso chiamarlo così) sta NELLA NUVOLA (nel Cloud). Anzi, di sicuro nella nuvola ci sono “più copie” dei miei dati, per motivi di sicurezza, mi dicono e non ho motivo di dubitarne.
  • CHI può accedervi, oltre me ? Anche in questo caso la risposta corretta è NESSUNO LO SA VERAMENTE. Sicuramente possono accedervi i tecnici del gestore, sia pure per scopi di manutenzione e controllo, ma nessuno può togliermi dalla mente il “tarlo” che un tecnico “curioso” possa sbirciare o farsi una copia dei miei dati. Poi c’è l’eventualità di un furto delle mie credenziali o un furto di identità. In questi casi quanti di voi saprebbero esattamente come fare a bloccare immediatamente l’accesso e poi recuperare le credenziali?
  • Sono davvero AL SICURO ? Dipende quali rischi voglio considerare.
    • Potrei perdere l’accesso ad esempio perdendo le credenziali o se qualcuno mi rubasse l’identità e si impossessasse del mio account.
    • In caso di criptolocker anche i miei files in cloud saranno criptati e potrei fare affidamento solo sulle versioni precedenti, ma solo se il mio servizio cloud dispone di questa funzione.
    • Chi può fornirmi assistenza in caso di difficoltà ? E’ chiaro che da un servizio gratuito non posso attendermi un servizio di assistenza di buon livello.
  • Fino a che punto sono AFFIDABILI ? Sicuramente dal punto di vista tecnologico l’affidabilità è molto elevata. Ma pensiamo anche che si tratta di un patrimonio di dati enorme e che costituisce un “boccone” veramente ghiotto per chi volesse approfittarne in modo illecito. Sicuramente i sistemi cloud dei “big” ricevono tentativi continui di attacchi e sono in grado di respingerli, ma non si potrà mai escludere che qualche attaccante riesca nel suo scopo e, con ogni probabilità, non sarò mai informato che i miei dati possono essere finiti nelle mani sbagliate.
  • Saranno sempre gratuiti o no ? Anche in questo caso la risposta corretta è “nessuno può saperlo veramente”. Sicuramente chi ha aderito a questi servizi ha accettato, senza leggerle attentamente, le condizioni del servizio che tra l’altro prevedono che le condizioni stesse possono essere modificate in qualsiasi momento. E che il fornitore può sospendere, eliminare o modificare il servizio praticamente come gli pare. Del resto essendo gratuito come potrei pretendere delle garanzie ?

La vera domanda!

  • Ma la domanda più importate che dovrei farmi è: che interesse hanno a regalarmi un servizio che comunque comporta dei costi? Cosa ci guadagnano ? Qui la risposta è tanto semplice quanto inquietante. Ci guadagnano proprio ad avere i miei dati, attraverso i quali profilano i miei interessi e le mie passioni. E questo serve ad indirizzarmi la  pubblicità più pertinente per me e, in sostanza, a guadagnare di più dagli inserzionisti pubblicitari. Quindi l’interesse è lo stesso che hanno i social network (guarda caso, anche loro mi offrono un servizio gratuito, almeno all’apparenza).

Se siete curiosi di sapere una minima parte di quello che i “big” sanno di voi provate a seguire i link di questo articolo, ormai vecchiotto, ma ancora funzionante.

6 link per conoscere quello che Google sa di voi

Pensateci bene prima di affidare i nostri dati a qualche servizio gestito dai “big” (gratuito o a pagamento fa poca differenza) 

Se, a questo punto, cercate una alternativa esistono i cloud privati dei quali noi di serversrl siamo veri esperti.

Questo approfondimento è offerto da SERVER srl

La nostra società offre servizi di informatica professionale personalizzati per la tua azienda, di qualsiasi dimensioni essa sia. Dalla sicurezza informatica dei tuoi dati al centralino di ultima generazione, un software gestionale solido e flessibile e molto altro.

Ricevi gli articoli e le offerte via mail

Fields marked with an * are required
Nessun Commento

Rispondi

Altri approfondimenti

Leggi tutti